Chi siamo

L'International Resource Panel (IRP) è stato lanciato dal Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP) nel 2007 per costruire e condividere le conoscenze necessarie per migliorare il nostro uso delle risorse in tutto il mondo.

Il gruppo è composto da eminenti scienziati con esperienza in questioni di gestione delle risorse. Studia le questioni chiave sull'uso delle risorse globali e produce rapporti di valutazione che distillano le ultime scoperte scientifiche, tecniche e socioeconomiche per informare il processo decisionale.

Il gruppo fornisce consigli e collegamenti tra i responsabili politici, l'industria e la comunità sui modi per migliorare la gestione delle risorse globali e locali. Il gruppo comprende scienziati e governi di regioni sviluppate e in via di sviluppo, società civile, organizzazioni industriali e internazionali.

Il suo obiettivo è di allontanarci dal consumo eccessivo, dai rifiuti e dai danni ecologici verso un futuro più prospero e sostenibile.

Scarica la brochure introduttiva : Inglese │ Francese │ Spagnolo │ Cinese │ Russian

La nostra missione

Con una popolazione umana prevista di 9.2 miliardi entro il 2050 accompagnata da una continua crescita economica mondiale, le groupe international d'experts sur les ressources ha l'urgente compito di aiutare a trasformare il modo in cui utilizziamo e riutilizziamo le risorse.

Il lavoro dell'IRP dimostra che è possibile passare a un nuovo paradigma di utilizzo delle risorse che sia socialmente equo, economicamente efficiente e rispettoso dell'ambiente.

La missione specifica del Panel è:

  • fornire valutazioni scientifiche indipendenti, coerenti e autorevoli di rilevanza politica sull'uso sostenibile delle risorse naturali e, in particolare, sul loro impatto ambientale durante l'intero ciclo di vita; e

  • contribuire a una migliore comprensione di come separare la crescita economica dal degrado ambientale.

Structure

L'International Resource Panel conta più di 35 membri esperti provenienti da un'ampia gamma di istituzioni accademiche e discipline scientifiche, supportati da un piccolo Segretariato ospitato dall'UNEP. È co-presieduto da Janez Potočnik, ex commissario europeo per l'ambiente, e Izabella Teixeira, ex ministro dell'Ambiente del Brasile. 

Il suo comitato direttivo ha 27 governi, la Commissione europea e l'UNEP. Il comitato direttivo è co-presieduto da Astrid Schomaker, direttore per lo sviluppo sostenibile globale presso la direzione generale dell'Ambiente della Commissione europea, e Mark Radka, Vicedirettore della divisione economia dell'UNEP.

Il gruppo ha anche una serie di partner strategici.

Scopri di più

Principi

Il Gruppo sostiene i seguenti principi:

  • Oggettività: revisioni critiche e imparziali della migliore scienza disponibile.

  • Integrità – I membri del gruppo di esperti sostengono l'integrità del processo scientifico e identificano eventuali conflitti di interesse.

  • Indipendenza - I membri del gruppo non cedono a nessuna pressione politica e svolgono valutazioni scientifiche indipendenti e imparziali.

  • Equilibrio: il gruppo include una varietà di competenze, genere e background culturale.

  • Rigore scientifico: il gruppo di esperti scientifici utilizza solo dati e metodologie affidabili e credibili e la migliore scienza e tecnologia disponibile.

  • Sistemico e olistico: il gruppo di esperti affronta i rischi interattivi complessi.

  • Inclusivo: il gruppo di esperti scientifici è sensibile alle opinioni globali prevalenti sulla gestione delle risorse e sulla sostenibilità ambientale.

Le relazioni IRP si fondano su tre qualità:

  • Rilevanza: il gruppo di esperti scientifici risponde in modo tempestivo alle richieste di informazioni scientifiche e opzioni politiche per gestire le risorse in modo sostenibile ed evitare le scarsità. Il suo lavoro copre l'intero processo di valutazione dall'identificazione dei problemi critici delle risorse all'analisi e all'articolazione del loro stato, dei driver e delle risposte efficaci e della loro comunicazione al pubblico giusto.

  • Credibilità: il gruppo di esperti scientifici basa le proprie valutazioni e consigli sulla scienza più recente e affidabile sottoposta a revisione paritaria disponibile a livello internazionale, da istituzioni affidabili.

  • Legittimità: il consiglio del Panel tiene conto delle questioni di correttezza, equilibrio, trasparenza, accettabilità politica, accessibilità e fiducia.

 

 

Cosa facciamo

IRP indaga i problemi delle risorse più critiche al mondo al fine di sviluppare soluzioni pratiche per i responsabili delle politiche governative, l'industria e la società. È possibile accedere ai rapporti qui

In tutto il suo lavoro, il gruppo di esperti scientifici cerca soluzioni positive ai crescenti problemi posti dall'esaurimento delle risorse e dall'uso improprio identificando:

In un'era di consumo incontrollato di risorse, il gruppo di esperti scientifici studia anche gli aspetti più ampi e multidimensionali delle questioni relative alle risorse, come:

  • Impatti bio-fisici dell'uso delle risorse.

  • La dimensione distributiva e di giustizia sociale.

  • Efficienza economica.

  • Fattibilità istituzionale.

  • Problemi comportamentali o culturali, inclusi i cambiamenti necessari.

  • Modi efficaci e inefficaci per gestire il cambiamento in società diverse.

IRP e gli SDG

Nel contesto degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG), l'uso delle risorse naturali collega i bisogni materiali essenziali di cibo, acqua, energia e riparo (rappresentati dagli OSS 2, 6, 7, 9 e 11) e capitale naturale e sociale (rappresentato dagli SDG 13, 14, 15 e 17) che sono alla base di tutte le funzioni della vita e del sistema terrestre.

Pertanto, come riconosciuto dagli obiettivi di sviluppo sostenibile 8.4, 12.1 e 12.2, separare l'uso delle risorse dal benessere e dagli impatti sociali e ambientali negativi è la chiave per raggiungere lo sviluppo sostenibile. 

La figura seguente mostra la relazione tra la valutazione scientifica dell'IRP e gli SDG.

IRP 和 SDG

 

Database dei flussi di materiali globali

L'IRP fornisce una comprensione completa dei collegamenti tra l'economia mondiale, la popolazione e l'uso dei materiali per quattro decenni sulla base dell'autorevole database globale dei flussi di materiali dell'estrazione e del commercio di materiali globali. Il set di dati presenta indicatori di flusso di materiali diretti e basati sul consumo per sette regioni del mondo e per oltre 185 paesi, coprendo l'utilizzo totale, l'uso pro capite e l'uso di materiali per dollaro USA. Fornisce inoltre dettagli per diversi gruppi di materiali.

Fornisce supporto a responsabili politici, imprese, accademici, società civile e altre parti interessate per prendere decisioni basate sulla scienza.

Fornisce una fonte di dati ufficiale per misurare i progressi globali su Obiettivi OSS 8.4 e 12.2. Viene anche utilizzato per lo sviluppo di valutazioni scientifiche IRP, incluso il rapporto di punta "Outlook sulle risorse globali"e confluiscono nel"Strumento di analisi degli hotspot di produzione e consumo sostenibile".

Accedi qui al database dei flussi di materiali globali.

 

Altri materiali chiave

Ruotando attorno ai suoi studi scientifici, l'IRP ha sviluppato un pacchetto diversificato di materiali per supportare l'efficace diffusione dei suoi messaggi chiave.

 

Il programma di lavoro 2018-2021

Uso globale delle risorse

L'IRP fornisce informazioni sullo stato e sulle tendenze dell'uso delle risorse naturali a livello globale, in tutte le regioni e in tutti i settori. Attraverso la modellazione di scenari, identifica le opzioni politiche più promettenti e delinea diversi percorsi per i paesi, nonché interconnessioni e co-benefici tra le diverse aree politiche.  

Rapporti correlati:

 

Efficienza delle risorse e cambiamento climatico

L'IRP fornisce informazioni sull'interazione bidirezionale tra l'azione per il cambiamento climatico e la gestione sostenibile delle risorse.

Più specificamente, il lavoro del gruppo nell'ambito di quest'area tematica mira a :

  • Valutare il ruolo delle politiche specifiche di efficienza delle risorse e di economia circolare nel raggiungimento degli obiettivi fissati nell'accordo di Parigi.

  • Fornire conoscenze per comprendere i requisiti di risorse per la mitigazione e l'adattamento ai cambiamenti climatici e il loro impatto ambientale.

  • Per valutare gli impatti dei cambiamenti climatici sulla disponibilità delle risorse, compresa la disponibilità-accessibilità di metalli critici (rari) per tecnologie a basse emissioni di carbonio e operazioni minerarie collegate, impatti sulle risorse terrestri e marine.

  • Fornire opzioni politiche e strategie per promuovere società a basse emissioni di carbonio ed efficienti sotto il profilo delle risorse.

Al momento del lancio di rapporti pertinenti, l'IRP è stato contattato da una serie di parti interessate al cambiamento climatico per fornire input ai collegamenti tra efficienza delle risorse e azione per il clima, tra cui la Commissione europea e il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite.

Rapporti correlati:

 

Città sostenibili

Il lavoro del gruppo sulle città è progettato per aiutare le comunità urbane a raggiungere il disaccoppiamento a livello delle singole città. Fornisce ai decisori informazioni scientifiche sull'intersezione tra tendenze di urbanizzazione e flussi di materiali globali e identifica opportunità per innovazioni orientate alla sostenibilità a livello di città, dove viene consumato circa il 75% delle risorse naturali del mondo. 

Rapporti correlati :

 

Minerali e metalli

La ricerca IRP nell'area dei flussi di metalli globali esplora il potenziale di riutilizzo e riciclaggio dei metalli e l'istituzione di cicli di materiali rinnovabili fornendo una valutazione scientifica autorevole degli stock e dei flussi di metalli globali. 

Rapporti correlati:

 

Cibo, terra e biodiversità

Il lavoro del gruppo di esperti scientifici sul cibo esamina l'impatto dei sistemi alimentari globali sull'uso delle risorse naturali e sull'ambiente, identificando opportunità per migliorare l'efficienza delle risorse, realizzare una transizione verso sistemi alimentari più sostenibili e migliorare la sicurezza alimentare mondiale. 

Il suo lavoro sulla terra mira a migliorare la gestione sostenibile della terra e delle risorse del suolo, incluso il potenziale del suolo, la produttività del suolo, la resilienza del suolo e il ripristino del suolo. Le sue valutazioni esaminano gli impatti delle tendenze di sviluppo dovute alla crescita della popolazione, all'urbanizzazione e ai cambiamenti nelle diete e nei comportamenti di consumo, sulle dinamiche dell'uso globale del suolo. Comprende la valutazione delle conseguenze per la biodiversità, l'approvvigionamento di cibo, fibre e carburante e le implicazioni per la salute della natura e della società umana.

Infine, l'IRP Global Resources Outlook 2019 rileva che l'estrazione e la lavorazione delle risorse naturali contribuiscono a circa il 90% della perdita di biodiversità globale, pertanto i copresidenti dell'IRP pubblicano un parere nel 2021 con l'obiettivo di contribuire a rafforzare la governance globale della biodiversità attraverso l'approccio alla gestione delle risorse naturali.

Rapporti correlati :

 

 

Strategie e approcci

Il gruppo utilizza approcci, concetti e strumenti costruttivi e robusti per effettuare valutazioni scientifiche di valore per i responsabili delle politiche, le imprese e il pubblico in generale.

Il lavoro del Panel comporta la valutazione dello stato dell'arte della scienza, nonché nuove sintesi e interpretazioni. Tutti i rapporti IRP sono sottoposti a revisione paritaria

Il processo di ricerca del gruppo di esperti scientifici è mostrato di seguito:

国际 资源 专家组

La scelta dei temi per la ricerca da parte del gruppo di esperti scientifici copre molte risorse diverse e soprattutto il modo in cui queste interagiscono con l'economia e la società. I suoi punti di accesso alla ricerca includono:

  • Risorse (acqua, terra, materiali, energia, ecc.) E il nesso dell'impatto delle risorse

  • Impatti ambientali a livello globale, regionale e locale. Sistemi (es. Città, commercio, catena alimentare, ecc.) E correlazioni tra produzione e consumo

  • Impatti delle politiche (ad esempio povertà, equità, accesso, occupazione, fiscalità, prezzi, ecc.)

Il Panel si concentra in particolare su quelle risorse con i maggiori impatti ambientali e il maggior potenziale di miglioramento.

Nella scelta dei suoi argomenti, il Panel considera i seguenti criteri:  

  • Entità e portata della sfida, soluzione e impatto (globale, continentale, dell'economia e dell'ecosistema)

  • L'urgenza dei problemi e la tempestività della conoscenza scientifica

  • Rilevanza della politica, fattibilità, specificità, condizioni per l'attuazione

  • Importanza scientifica

  • Disponibilità dei dati, lacune di conoscenza ed esigenze

  • Impatto umano: dimensioni sociali tra cui povertà, salute, lavoro, equità intra e intergenerazionale, rete di sicurezza

  • Limiti e compromessi tra diverse opzioni e impatti; prevenzione e mitigazione delle conseguenze indesiderate

  • Lacune nel panorama della valutazione scientifica e dove l'IRP può aggiungere valore.

Il Pannello sottolinea:

  • pensiero sistemico e prospettiva del ciclo di vita, che tenga conto di fattori trainanti, pressioni, stati, impatti e potenziali risposte;

  • rilevanza politica piuttosto che prescrizione politica.

Sviluppa inoltre nuovi strumenti per applicazioni quali:

  • esplorare il futuro delle risorse alternative e la complessità dei problemi delle risorse emergenti,

  • valutare i rischi di spostamento degli oneri associati alla globalizzazione economica e agli effetti di rimbalzo,

  • calcolare i costi nascosti di un'economia a base biologica,

  • valutare l'impatto delle tecnologie verdi su materiali già scarsi,

  • identificare le "implicazioni di blocco" del guadagno a breve termine che impediscono il beneficio a lungo termine.

 

Processo di sviluppo dello studio IRP

Durante la preparazione delle valutazioni, il Comitato Direttivo ei membri del Panel assicurano che vengano presi in considerazione molteplici punti di vista. Il Segretariato sostiene il processo attraverso il coordinamento delle riunioni e dei contributi e fornendo indicazioni ai membri sull'applicazione delle politiche e procedure corrispondenti, nonché supporto amministrativo e sostanziale quando necessario.

Questa procedura garantisce che il documento finale risponda alle esigenze specifiche dei responsabili politici, identifichi e dia priorità a rischi e opportunità e stima i livelli di certezza.

 

Sinergia con altri pannelli

L'International Resource Panel lavora a stretto contatto con altri gruppi scientifici e fonti come:

  • il gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici

  • Global Environmental Outlook dell'UNEP

  • il World Energy Assessment

  • il Millennium Ecosystem Assessment

  • la valutazione internazionale della conoscenza, della scienza e della tecnologia agricola per lo sviluppo

  • l'economia degli ecosistemi e della biodiversità

  • il Global Energy Assessment

Il lavoro dell'IRP è citato in questi rapporti globali e nei rapporti dell'UNEP come il rapporto Green Economy (GE), Global Environment Outlook-5 e il progetto di programma quadro decennale di consumo e produzione sostenibili (SCP).

 

Impatto e assorbimento

I report IRP hanno lo scopo di informare e influenzare i punti di vista, le prestazioni e le decisioni di coloro che possono agire sull'uso delle risorse naturali e sui loro effetti ambientali.

Attraverso il corpo di lavoro dell'IRP, la gestione sostenibile delle risorse è diventata una priorità politica più visibile e urgente all'interno di una serie di gestori di risorse critiche (compresi i pubblici IRP non tradizionali come il G20, il G7, le imprese e le parti interessate ai cambiamenti climatici).

Leggi il lungo elenco dell'impatto del gruppo di esperti scientifici qui e il breve elenco di seguito.

 

Piani politici e impegni (2021)

  • Comunicato del ministro dell'Ambiente del G20

    Istituzione: G20

    Data: luglio 2021

    Contributo dell'IRP: l'intervento del co-presidente dell'IRP Janez Potocnik alla riunione dei ministri dell'ambiente del G20 e il lavoro del gruppo di esperti contribuiscono all'invito all'azione del comunicato del G20 sull'uso sostenibile e circolare delle risorse. Il documento sottolinea che l'efficienza delle risorse e l'economia circolare sono strumenti importanti per raggiungere gli SDG, promuovere il consumo e la produzione sostenibili e affrontare la triplice crisi ambientale. L'IRP è identificato come un partner fondamentale per aiutare a guidare il progresso nell'area.

  • G7 Clima e Ambiente: Comunicato dei Ministri

    Istituzione: G7

    Data: maggio 2021

    Contributo dell'IRP: il Comunicato fa riferimento alle valutazioni scientifiche dell'IPBES, dell'IPCC, dell'IRP e dell'UNEP per richiedere trasformazioni rapide e di vasta portata per affrontare le crisi ambientali. Ricorda inoltre le risultanze dell'IRP Global Resources Outlook 2019 e sottolinea l'importanza della transizione verso un uso sostenibile e legale delle risorse naturali, ribadendo l'impegno ad agire sull'efficienza delle risorse e la transizione verso un'economia più circolare, in linea con la Roadmap di Bologna.

 

Rapporti globali (2021)

  • Fare pace con la natura: un progetto scientifico per affrontare le emergenze climatiche, della biodiversità e dell'inquinamento

    Istituzione: Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP)

    Data: febbraio 2021 

    Contributo IRP: questo primo rapporto di sintesi dell'UNEP si basa su prove provenienti da valutazioni ambientali globali, tra cui IPCC, IPBES, GEO e IRP, traducendo le conoscenze scientifiche in messaggi accessibili e applicabili per i leader mondiali e mostra come il cambiamento climatico, la perdita di biodiversità e l'inquinamento possono essere affrontati congiuntamente nel quadro degli obiettivi di sviluppo sostenibile.

 

Rapporti regionali e nazionali (2021)

 

 

Strategie e linee guida per il settore privato (2021)

 

Piani strategici (2020)

  • Green Deal europeo

    Istituzione: Commissione europea

    Periodo: Gennaio 2020

    Contributo IRP: all'interno dell'European Green Deal (quadro d'azione europeo per lo sviluppo sostenibile), riferimenti agli IRP "Global Resource Outlook 2019"sono state incluse nel documento principale e nella relativa comunicazione ufficiale della Commissione europea. La Commissione europea descrive il Green Deal europeo come" [...] una nuova strategia di crescita che mira a trasformare l'UE in una società giusta e prospera, con un moderno, economia efficiente sotto il profilo delle risorse e competitiva in cui non ci sono emissioni nette di gas serra nel 2050 e in cui la crescita economica è disaccoppiata dall'uso delle risorse ". L'efficienza delle risorse è segnalata più volte in tutto il documento.

Rapporti globali (2020)

  • Recuperare meglio: sfide e opportunità economiche e sociali

    Istituzione: Dipartimento delle Nazioni Unite per gli affari economici e sociali (DESA)

    Data: 22 luglio 2020

    Contributo IRP: il rapporto include un intero capitolo della copresidente Izabella Teixeira e i messaggi del gruppo di esperti scientifici sul ruolo chiave svolto dal disaccoppiamento nel raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile e nel recupero da COVID-19, a cura del copresidente Izabella Teixeira, Victor Valido e Yi-Ann Chen del Segretariato IRP.

 



 

Rapporti regionali e nazionali (2020)

  • Monitoraggio della politica delle risorse internazionali

    Istituzione: Umwelt Bundesamt (Agenzia tedesca per l'ambiente)

    Data: Marzo 2020

    Contributo IRP: lo studio è stato progettato per rilevare, monitorare e analizzare gli sviluppi delle politiche internazionali nella gestione sostenibile delle risorse naturali. Sottolinea che le discussioni internazionali, europee e nazionali hanno dato sempre più importanza all'uso sostenibile delle risorse naturali e hanno modellato il dibattito sulla politica ambientale attraverso l'efficienza delle risorse, con riferimento all'IRP e ai suoi "Outlook sulle risorse globali" rapporto.

  • Utilizzo delle risorse in Austria 2020

    Istituzione: governo dell'Austria

    Data: agosto 2020

    Contributo IRP: La serie di rapporti è pubblicata dal Ministero federale dell'Azione per il clima, dell'ambiente, dell'energia, della mobilità, dell'innovazione e della tecnologia (BMK) e dal Ministero federale dell'agricoltura, delle regioni e del turismo (BMLRT). La serie presenta le ultime ricerche sull'uso delle risorse austriache basate sull'analisi del flusso di materiali (MFA) e il database IRP Global Material Flows.

Strategie e linee guida per il settore privato (2020)

  • Guida del CEO alla bioeconomia circolare

    Istituzioni: World Business Council for Sustainable Development (WBCSD) e Boston Consulting Group (BCG)

    Data: febbraio 2020

    Contributo IRP: questa pubblicazione chiede un passaggio a una bioeconomia sostenibile, a basse emissioni di carbonio e circolare, evidenziando i risultati dell'IRP "Global Resource Outlook 2019" rapporto.

Piani strategici (2019)

  • Zero Waste Masterplan Singapore

    Istituzioni: Ministero dell'ambiente e delle risorse idriche, governo di Singapore e National Environment Agency Singapore

    Data: settembre 2019

    Contributo IRP: il Masterplan Zero Waste inaugurale di Singapore delinea le strategie chiave di Singapore per la transizione verso una nazione sostenibile, efficiente sotto il profilo delle risorse e resiliente al clima. IRP "Valutazione dell'uso globale delle risorse"è stato fatto riferimento al rapporto.

  • Politica nazionale per l'efficienza delle risorse 2019 (bozza)

    Istituzione: Ministero dell'Ambiente, delle Foreste e dei Cambiamenti Climatici, Governo dell'India

    Data: luglio 2019

    Contributo IRP: la politica nazionale per l'efficienza delle risorse mira a creare un ambiente agevolativo e normativo per integrare l'efficienza delle risorse in tutti i settori in India. L'IRP "L'efficienza delle risorse"è stato utilizzato come punto di riferimento nel progetto di piano politico.

  • Strategia francese per l'energia e il clima - Piano energetico pluriennale

    Istituzione: Ministère de la Transition Ecologique et Solidaire (Ministero per la Transizione Ecologica)

    Data: 01 Aprile 2019

    Contributo IRP: questa strategia fa parte del Piano energetico pluriennale francese (MAEP), che definisce le priorità per l'azione del governo in materia di politica energetica per la Francia metropolitana nel prossimo decennio, condivise in due periodi di 5 anni (2019-2023; 2024 -2028). Sono stati citati gli scenari del gruppo sviluppati per catturare il collegamento tra cambiamento climatico e risorse.

  • Risoluzioni e dichiarazioni dell'Assemblea delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEA-4)

    Istituzione: Assemblea delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEA)

    Data: dall'11 al 15 marzo 2019

    Contributo dell'IRP: i messaggi dell'IRP sull'efficienza delle risorse sono stati promossi dal vicesegretario generale delle Nazioni Unite, dal presidente del Kenya e da altre parti interessate di alto livello alla quarta sessione dell'UNEA. Nella sessione più di 10 eventi e interventi sono stati collegati al rapporto di punta IRP”Global Resources Outlook 2019". Tra le 24 risoluzioni/dichiarazioni dell'UNEA risultanti dalla sessione, quattro hanno menzionato l'IRP e il suo lavoro e hanno richiesto ulteriori contributi dall'IRP.

Rapporti (2019)

  • Rapporto sul divario delle emissioni 2019

    Istituzione: Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP)

    Data: dicembre 2019

    Contributo IRP: il capitolo 7 di questo rapporto di punta dell'UNEP è stato scritto dal membro dell'IRP Edgar Hertwich sulla base del rapporto IRP "Efficienza delle risorse e cambiamento climatico". L'Emissioni Gap Report fornisce i dati più recenti sullo stato e le tendenze delle emissioni globali di gas a effetto serra. Inoltre confronta dove si dirigono le emissioni di gas a effetto serra, con dove dovrebbero essere per evitare i peggiori impatti del cambiamento climatico. Il Rapporto 2019 evidenzia gli IRP richiedono un uso efficiente dei materiali con risultati di modellazione dettagliati e raccomandazioni politiche.

  • Percorsi di azione per il clima 2020

    Istituzione: Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (UNFCCC)

    Data: Novembre 2019

    Contributo IRP: i documenti Climate Action Pathways sono preparati dalle coalizioni e iniziative del Marrakech Partnership for Global Climate Action e l'High-Level Champions Team. I documenti delineano le visioni settoriali per un mondo resiliente al clima di 1.5 gradi entro il 2050 e definiscono le azioni necessarie per raggiungere quel futuro. L'area tematica degli insediamenti umani include i risultati degli IRP "Il peso delle città" rapporto.

Altri (2019)

  • Dichiarazione ministeriale congiunta del gruppo Verde alla conferenza sui cambiamenti climatici (COP25)

    Istituzione: Green Group (Slovenia, Islanda, Costa Rica, Singapore, Capo Verde e Emirati Arabi Uniti)

    Data: 2-13 dicembre 2019

    Contributo IRP: nasce il Gruppo Green per promuovere politiche verdi e sensibilizzazione sui temi ambientali in ambito internazionale. La sua dichiarazione ministeriale congiunta alla COP25 ha evidenziato che i membri del Gruppo Verde apprezzano il lavoro del gruppo e la sua enfasi sulla necessità di un'azione immediata per garantire modelli a lungo termine di consumo e produzione sostenibili. 

  • Corso e-learning sull'efficienza delle risorse

    Istituzione: Commissione economica e sociale delle Nazioni Unite per l'Asia (ESCAP)

    Data: luglio 2019

    Contributo IRP: ESCAP e IRP hanno sviluppato congiuntamente un corso e-learning sull'efficienza delle risorse che fornisce ai decisori politici e ai professionisti dello sviluppo sostenibile informazioni sui concetti chiave dell'efficienza delle risorse, i modi per misurarla, il ruolo importante che svolge nel contesto di sviluppo sostenibile, nonché percorsi politici per promuovere l'efficienza delle risorse, in particolare nella regione Asia-Pacifico. Il corso e-learning è stato lanciato a luglio 2019 ed è disponibile sulla piattaforma ESCAP SDG Help Desk.

  • Strumento di analisi degli hotspot di produzione e consumo sostenibile (SCP-HAT)

    Istituzioni: UNEP e One Planet Network

    Data: 11 marzo 2019

    Contributo IRP: questo strumento è stato sviluppato come iniziativa congiunta tra UNEP's Life Cycle Initiative, One Planet Network e IRP. L'applicazione online si basa sul database IRP Global Material Flow per analizzare le prestazioni ambientali e socio-economiche di 171 paesi negli ultimi 25 anni per fornire prove scientifiche delle aree in cui è possibile apportare miglioramenti lungo la catena di approvvigionamento di beni e servizi.